Mine Crime. L’analisi della criminalità

Di seguito l’intervista al Dottor Salvanelli, il creatore del progetto.

Questo settembre il dottor Giacomo Salvanelli, ha presentato Mine Crime, startup che fornisce un supporto da cui possano trarne beneficio aziende, commercianti e liberi cittadini, raccogliendo i dati sugli illeciti, analizzandoli, confrontandoli e poi creando una mappatura che possa essere utilizzata per l’analisi del rischio. Oggi ho avuto il piacere d’intervistare il diretto interessato.

 

 Dottor Salvanelli ci può spiegare brevemente cosa rappresenta Mine crime?

Mine Crime rappresenta un nuovo paradigma della sicurezza urbana, esso si baserà sull’applicazione dell’Intelligenza Artificiale per la raccolta, sistematizzazione e analisi automatizzata dei dati sulla criminalità (e degrado urbano) dispersi nel web (verificandone la provenienza e qualità). Veicolerà questi dati e informazioni all’interno di una piattaforma accessibile ad Imprese, Amministrazioni Pubbliche e Cittadini – all’interno della quale, tramite un metodo data-driven, sarà possibile osservare come, quanto e perché determinati fenomeni illeciti si sviluppano in un dato contesto urbano. Inoltre questo applicativo sarà affiancato da uno spazio di Advisory dove gli Utenti potranno trovare degli esperti in ambito sicurezza pronti ad aiutarli a trovare soluzioni fatte su misura per le loro necessità.

Attraverso la vostra Mine crime crede che sia possibile ottenere, in Italia, un reale vantaggio nel mappare la microcriminalità?

Credo proprio di sì. Ad oggi in Italia non vi è il libero accesso ai dati sul crimine e degrado urbano – un grave gap che aziende, PA e cittadini sentono in maniera forte. Come si può co-gestire gli spazi urbani se non si è a conoscenza di ciò che accade al loro interno? Da qui l’idea di Mine Crime – portare alla portata degli attori pubblici e privati questi dati e informazioni, al fine di facilitarne l’utilizzo in materia di sicurezza e prevenzione.

Al di fuori del contesto italiano viene già usato questo sistema?

Questo sistema è già utilizzato altrove, anche se i dati processati provengono direttamente dai database delle Forze dell’Ordine (non segretati come in Italia). Tuttavia questi sistemi mostrano alcuni limiti: 1) si focalizzano sui centroidi (punto centrale delle strade) senza arrivare al civico preciso in cui è avvenuto l’evento – Mine Crime invece sì. Inoltre essi non contemplano spazi di Advisory a supporto, lasciando imprese, cittadini e PA comunque privi di quel know-how che potrebbe essere loro necessario in materia di gestione della sicurezza – con lo Spazio di Advisory di Mine Crime invece si vorrà fornire anche questo tipo di supporto.

Che futuro si augura per Mine Crime in Italia?

Mi auguro possa diventare il primo osservatorio sulla criminalità e degrado urbano d’Italia – sicuramente nelle grandi Province. Onestamente? Credo ci vorrà del tempo ma ce la faremo!

A mio avviso, Mine Crime è ciò che mancava in Italia. E il progetto del dottor Salvanelli, è valido e rivoluzionerà in positivo l’analisi del crimine.

Condividilo con:
Posted in Articoli, Interventi and tagged , , , , , , , .

Dal 2010 opero come volontario della Protezione Civile dell’Associazione dei Carabinieri e dal 2014 sono in continuo aggiornamento sulle tematiche di Criminologia e Sicurezza Ambientale.
Dal 2019 sono in prima linea contro il Bullismo e Cyberbullismo